BIRD’S EYE VIEW

Data: 20-12-2012 (21:00)

Luogo: CANGO – Cantieri Goldonetta (Firenze)

NOTA: per motivi tecnici indipendenti dalla Compagnia gli spettacoli di Virgilio Sieni in programma hanno subito variazioni. 

Simona Bertozzi in

BIRD’S EYE VIEW

site specific per CanGo

 

concept: Simona Bertozzi, Marcello Briguglio
coreografia e danza: Simona Bertozzi
musica:  ¾ had been eliminated
production: Nexus 2011

con il contributo di Regione Emilia Romagna – Assessorato alla Cultura (anno 2012)

Residenza creativa Centro Mousikè Bologna.

 

Lavoro vincitore del Premio del Pubblico a 17Masdanza, International Contemporary Dance Festival of the Canary Islands

 

ingresso € 10/8

 

Giovedì 20 dicembre alle 21.00 un nuovo appuntamento si inserirà nel programma DOTLINE, ci sarà infatti Simona Bertozzi in BIRD’S EYE VIEW, spettacolo site specific per CanGo Cantieri Goldonetta a Firenze, che ha ripreso a pieno la propria attività dopo i problemi tecnici del mese di ottobre.

A volo d’uccello BIRD’S EYE VIEW si dispiega come una specie di danza con i fantasmi, una narrazione del corpo che simpatizza sino all’osso con il limbo spaziale che la accoglie. Pioniere o superstite, l’abitante esplora la temperatura della propria presenza attraverso una archeologia di gesti e modalità corporali in continua transizione. Ogni configurazione anatomica deposita la propria forma nell’istante in cui trasuda e disperde il suo perimetro. Proiezione e ritenzione. Rinascita e ricaduta. Una danza schiacciata, segmentata, aerea, sbilanciata che avviene mentre colloca, sposta e ricolloca visioni e presenze estemporanee, testimonianze di possibilità ambientali, luoghi e spazi dalla mappatura in divenire. Bird’s eye view appare e scompare, si smembra e si ricompone nella rapidità di un volo. Nel continuo mutamento prospettico del punto di vista. Un gioco di apparizioni e prove di mimetismo che preparano il terreno al paesaggio ludico di Mimicry, quarto episodio del progetto Homo Ludens”. – Simona Bertozzi –

CENTO DI QUESTI GIORNI

Data: 28-12-2012 (21:00)
Data: 29-12-2012 (21:00)

Luogo: Teatro Cantiere Florida (Firenze)

ADARTE/ Paola Vezzosi in

CENTO DI QUESTI GIORNI

ideazione e coreografia Paola Vezzosi
interpreti Natascia Belsito, Luca Campanella, Francesca Stampone, Paola Vezzosi
costumi Qualcosa è cambiato di Mariantonietta Davoli
scenografia Gabriele Panzani
disegno luci Luca Chelucci
coproduzione Adarte/Elsinor Teatro Stabile di Innovazione/Festival Oriente Occidente con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

La nuova creazione della coreografa Paola Vezzosi, Cento di questi giorni, debutta in prima assoluta al Teatro Cantiere Florida di Firenze venerdì 28 dicembre alle ore 21.00 (replica sabato 29 dicembre alle ore 21.00). La coreografa, vincitrice del primo premio Danz’è (ed. 2009) dedicato dal Festival Oriente Occidente ai coreografi emergenti, dopo lo spettacolo ALTER (commissionato e coprodotto nel 2010 dallo stesso Festival Oriente Occidente) propone un lavoro sul luogo delle radici: la famiglia.

Una madre con i figli. Il miracolo della nascita, la sacralità della famiglia che nutre di affetti e di vincoli. Uno spaccato di vita conviviale nel luogo delle radici, per natura adatto a perpetrare i peggiori delitti psicologici. Un ritorno a casa, fugace e interminabile come sa esserlo una Festa di famiglia, è lo scenario immutabile di relazioni abituali che restituisce ad ognuno il ruolo per il quale è nato, a dispetto di qualsiasi percorso svolto fuori da quei muri domestici. A quella tavola, dominata da una forza di attrazione centripeta, ognuno non sa che essere come appare agli altri. Da sempre. L’incanto e la grazia di un luogo domestico, di un porto sicuro in cui poter rientrare. Una trappola di giudizi, di rancori soffocati, di ricatti e dinamiche di possesso.

ingresso: €15/12

Disancorati

Data: 22-12-2012 (21:00)

Luogo: Teatro Manzoni (Calenzano)

Compagnia Xe in

Disancorati

Coreografia: Simonetta Ottone

Sabato 22 dicembre alle ore 21 il Teatro Manzoni di Calenzano (Fi) ospita la Compagnia Xe, diretta da Julie Ann Anzilotti, in DISANCORATI di e con Simonetta Ottone.
Spettacolo di teatro danza sul tema “leggerezza e impegno”, un’urgenza a fior di pelle che vuole tastare il polso della nostra epoca, vista con gli occhi di persone dalle vite considerate marginali. Il Teatro Danza è un canale, un ponte di comunicazione tra noi e loro, al contempo ne è l’espressione, quasi un’arte di liberazione. Così, i nostri occhi si soffermano sulla funzione dell’arte e della cultura nella nostra società, sulle varie forme del disagio e sulle pari opportunità sociali.

ingresso: €12/10

SCHEGGE D’AUTORI / MASCHERE / MI ARRENDO!

Data: 18-12-2012 (21:00)

Luogo: Teatro L’Affratellamento (Firenze)

NU:DA_Nuova Danza

Compagnia Opus Ballet
Direzione artistica di Rosanna Brocanello

presenta
SCHEGGE D’AUTORI
Coreografie di Alessia Gatta; Michele Oliva; Loris Petrillo; Jari Boldrini e Martina Platania

LUCEINBUIO
Coreografia: Michele Oliva
Con Giada Morandin, Manuel Paolini, Jennifer Lavinia Rosati
Musica: Philip Glass – Disegno luci: “Luce Attiva” di Gabriele Termine

La realtà ci riserva incomprensione,inadeguatezze e molte volte tristezza,socchiudendo leggermente le palpebre e facendoci trascinare giù nei sogni la realtà ci appare limpida,coerente e meravigliosa.Sognare e l’unica via d uscita?

 

SCIA (PRIMA ASSOLUTA) 
CoreografiaAlessia Gatta
Con Giada Morandin, Manuel Paolini, Stefano, Pietragalla, Jennifer Lavinia Rosati, Luca Zanni
Disegno luci: “Luce Attiva” di Gabriele Termine

“Scivola via…lascia la scia…E’ un labirinto…un paese incantato…Chi si era perduto …si è ritrovato…Chi avanza sicuro…ha sbattuto in un muro… C’è ombra nel vero…e ogni pensiero…apre un sentiero…”

dall’architettura di carta di David Pelham

CAP, PAS CAP…? (PRIMA ASSOLUTA) 
di e con Jari Boldrini e Martina Platania

“Giochi, non giochi…?” Una continua provocazione a raccogliere la sfida, un interminabile gioco tra le parti… di sguardi, di gesti, di parole e la magia di poter provarci per un’intera vita. La consapevolezza e la voglia di rischiare e di mettersi, insieme, per sempre in gioco.

CARAVAN
CoreografiaLoris Petrillo
Con  Jari Boldrini, Cristina D’Alberto, Maria Vittoria Feltre, Martina Platania.
Disegno luci “Luce Attiva” di Gabriele Termine
assistente alla coreografia Angela Placanica

Caravan è la pièce che Loris Petrillo ha creato ispirandosi ai lunghi e duri viaggi dei popoli nomadi finalizzati al trasporto commerciale per le vie carovaniere. Un parallelismo tra la sopravvivenza della carovana affidata alla meticolosa coordinazione tra i suoi componenti e l’impatto coreografico convincente affidato all’indiscusso potenziale dei danzatori in scena splendidamente coordinati in uno schema caratterizzato da un’alta difficoltà tecnica incastrata in un ritmo incalzante e sostenuto.

Antitesi Ensemble BdT
Direzione artistica Cristina Bozzolini

presenta
MASCHERE (Suite – estratto)
Coreografia e regia di Arianna Benedetti
musiche di Autori vari e arrangiamenti musicali di RobNigro
costumi di Niccolò Gabbrielli, disegno luci di Andrea Narese
assistenti alla coreografia Giulia Molinari e Mara Sardi.

Antitesi Ensemble BdT con MASCHERE (Suite – Estratto) con la regia e la coreografia di Arianna Benedetti. “Maschere”, interpretato da un gruppo di danzatori impegnati nei linguaggi della danza contemporanea e di ricerca, sottintende un sogno di libertà, trasgressione a tutte le regole sociali imposte, alla necessità di abbandonarsi al gioco, all’ebbrezza della festa e all’illusione di indossare i panni di qualcun altro. Un travestimento, una maschera sintomo di crisi d’identità e di aspirazione a non essere riconosciuti. Attraverso gestualità dinamiche e musiche contemporanee si crea un sottile gioco tra apparenza e realtà.

Compagnia Ritmi Sotterranei
Direzione artistica di Alessia Gatta

presenta
MI ARRENDO!
Coreografie di Alessia Gatta

Con Eleonora Colasanti, Veronica Fanella, Gioia Giglio, Viola Pantano, Sara Sguotti, Gioele Coccia, Nicola Cisternino

Martedì 18 dicembre alle ore 21, al Teatro L’Affratellamento di Firenze, la Compagnia Opus Ballet presenta “NU:DA_Nuova Danza”, la terza edizione della rassegna di danza contemporanea.

Con le coreografie di Alessia Gatta che con il suo stile misto, contaminato ed eclettico mostra, con i giovani danzatori in scena, uno spettacolo dai diversi linguaggi espressivi per portare sulla scena l’idea di “arrendersi”, così spiega Alessia Gatta il lavoro: “Mi arrendo alla mancanza di senso, mi arrendo al caos del mondo, alle fioriture di verde e alla pioggia d’estate. Mi apro, mi chiudo, mi nascondo. Ti apro, ti chiudo, ti nascondo. Entra solo luce naturale, la pelle liscia si adatta al mondo ruvido. Mi arrendo”.

ingresso: €12/10

SELECTED REALITIES / DARKROOM

Data: 16-12-2012 (21:00)

Luogo: spazio OMA (Firenze)

Maktub noir in

SELECTED REALITIES

Coreografie: Pietro Pireddu, Fabritia D’Intino e Valentna Fruzzetti
Musiche originali di Robert Boston
Interpreti: Pietro Pireddu, Fabritia D’Intino, Valentina Fruzzetti

segue

Marco De Meo in

DARKROOM

Domenica 16 dicembre alle ore 21.00 lo Spazio OMA di Firenze ospita due performances: la compagnia di danzatori Maktub noir con ”Selected Realities” e Marco De Meo con ”DarkRoom”.

In Selected Realities gli interpreti creano il proprio percorso sviluppando un personale linguaggio: tre diverse realtà che s’incrociano nello spazio, unico elemento che li accomuna e li mette in relazione. La performance è stata presentata a New York per la prima volta nell’aprile 2012 con musiche originali di Robert Boston, che ha partecipato alla creazione del progetto in collaborazione con Pietro Pireddu.

Dark Room di Marco De Meo è una performance di teatro, danza e visual. Indaga l’essere nel tempo. Attinge dal vivere quotidiano per raccoglierne e capire l’essenza della verità e della sua brutale bellezza. E’ un viaggio parallelo, visionario, e al tempo stesso suggestivo, che riporta alla luce il ruolo e l’importanza dell’essere umano in un momento storico così topico come quello dell’attuale cambiamento che tutta l’umanità sta vivendo.

ingresso: €5

Pagina 1 di 3312345...102030...Ultima »