La sagra della primavera – 1° studio

Data: 19-10-2012 (19:30)*

Luogo: Teatro ERA (Pontedera)

Cab 008/Cristina Rizzo in

La sagra della primavera – 1° studio 

Paura e delirio a Las Vegas
Versione solista / Primo studio
Musica Igor Fedorovic Stravinskij
Registrazione eseguita da London Symphony Orchestra diretta da Pierre Boulez (1993)
Concept coreografia e danza Cristina Rizzo

The time of dance is now.
La danza non è qualcosa ‘che si fa’, tantomeno qualcosa che si fa da tempo. E’ uno di
quei vaghi territori dove il soggetto e l’oggetto, la soggettività e l’oggettività, il pensiero e l’attività si fondono in una sintesi organica e producono futuro.
La danza che voglio danzare ‘si fa gli affari propri’ non è una di cui so già il significato
prima ancora di cominciare. La danza di cui voglio fare esperienza non ha bisogno di riferimenti antropocentrici, è una danza che non assomiglia a niente altro, il cui punto di
partenza non è nelle relazioni o le negoziazioni.
C’è una differenza molto importante tra il politico a livello della rappresentazione ed il
politico a livello della sensazione, dell’ esperienza e della sensualità.
In una società in cui il ‘soggetto’ è la proprietà più preziosa che rimane all’individuo, la
danza mostra la sua capacità per l’impersonale.
Se ogni danza è più o meno un oggetto autonomo e non traducibile, ad ogni danza va data l’opportunità di svilupparsi e di divertirsi nel farlo, solo così può offrirci problemi
interessanti.
La danza che voglio danzare è rock, travolgente, sentimentale e sempre over the top.
(Appunti sparsi estratti da: spangbergianism.worldpress.com di M. Spangberg).

Produzione CAB008
Residenza Creativa Summer Residencies Bruxelles, TeatroEra Pontedera.