Duplica / Red Ladies

Data: 14-10-2012 (18:30)

Nell’ambito di “Invito di Sosta” di Sosta Palmizi, saranno presentati “Duplica” di Paola Bianchi e “Red Ladies” di Maya Brinner.

Luogo: Teatro Mecenate (Arezzo)

Paola Bianchi in

Duplica

di e con: Paola Bianchi
luci: Paolo Pollo Rodighiero,
tecnica: Chiara Girolomini, Tommaso Checcucci
foto: Valentina Bianchi
produzione Agar in collaborazione con INCANTI/Controluce Teatro d’Ombre _ Torino, Istituzione musica teatro eventi _ Rimini, Teatro dei Cinquequattrini, Teatro A. Massari _ San Giovanni in Marignano, L’attoscuro, Teatro Comunale Rosaspina _ Montescudo, KosmosTheater _ Vienna
si ringrazia Teatro Comandini _ Cesena, Santarcangelo •12 •13 •14, Ivan Fantini, Francesca.

Duplica è un monologo autistico a due voci. Un dialogo muto, a volte sordo, tra la figura e la sua immagine. Il viaggio di un corpo, della sua ombra, della dissoluzione dell’ombra e della caduta del corpo in uno spazio nudo, svelato, sospeso nel tempo puro, sottratto al corso del tempo. Un corpo solo, intrappolato nel nero, condannato a un duplice sguardo. Mostruosamente riflesso, in una continua ricerca di un altro da sé. Il percorso drammaturgico nasce direttamente dalla sperimentazione della luce sul corpo e della sua ombra, una drammaturgia riassumibile visivamente in due linee parallele che non si toccheranno mai ma che necessitano una dell’altra per esistere – la linea della figura e quella della sua ombra – in una separazione che inevitabilmente le uccide entrambe.

 

Maya Brinner in

Red Ladies

coreografia: Maya Brinner
danzatori: Shani Ben-Haim, Mor Nardimon, Maya Brinner
musiche: Yuval Mesner
costumi: Marina shmujlian
rehearsal manager: Sharon Zuckerman
stage manager: Doron Djerassi

Red Ladies è lo spettacolo con cui Maya Brinner ha vinto in Israele il Culture Ministry Prize for Young Choreographer. La storia parla di tre donne identiche che cercano individualità in un mondo dominato da potere, precisione e competizione. La coreografia trasporta le danzatrici nella loro capacità di liberare le proprie identità, forzate con materiali e l’uso di monitor.

 

Nell’ambito di “Invito di Sosta” di Sosta Palmizi – Ingresso € 10/8