Alice’s Room – P.S. Martina La Ragione

Data: 2 -3 -2012 (21:15)
Luogo: via Trieste, 8 – Teatro Comunale di Castiglion Fiorentino,  AR

SOSTA PALMIZI
nell’ambito di  “INVITO DI SOSTA”
presenta

Compagnia Giovanna Velardi

Alice’s Room (versione duo)

Coreografia: Giovanna Velardi
Interpreti versione duo: Alice Zanoni, Giovanna Velardi,
Disegno: Luci: Danila Blasi
Costumi: Dora Argento
Musiche: AAVV
Una produzione I.B.I cultura, sostenuta dal: MIBAC, la Regione Sicilia Assessorato per l’identita siciliana e al Turismo, Sport e Spettacolo, Nuovo Montevergini, , Centro teatro Danza , Stage Centro danza, Officine Ouragan, Armunia.

Prendendo spunto da “Alice nel paese delle meraviglie” di L. Carroll, si indaga il contrasto tra il “potere” che si manifesta nell’oggi, incarnato da una regina, simbolo della borgesia desautorata ed una genuinità che è l’aprirsi alle molte possibilità di un mondo fantastico.
Alice sognante deve uscire dalla sua stanza per dare senso alla sua identità, si deve aprire al mondo interagendo con esso, attraverso l’ironia e la risoluzione del conflitto con la regina, che rappresenta la regola, il super io, risolvendo tale conflitto si apre ad un mondo reale.
La suddivisione di uno spazio tramite una rete metallica, la stanza di Alice, lo spazio della regina, in avant scene, che da il comando, due specchi a significare lo sguardo di un individuo sull’altro, la sottomissione, la sfera identitaria. Un contrasto tra potere e potenza, una scena polarizzata da due simboli, norma e pratica di una relazione che è un possibile approccio con il mondo.

SOSTA PALMIZI
nell’ambito di  “INVITO DI SOSTA”
presenta

Compagnia DejaDonne
P.S. Martina La Ragione

Regia e Coreografia Simone Sandroni
Creazione/interpretazione Martina La Ragione
Scenografia/costumi Lenka Flory
Tecnica e luci Tomiko Arai
Promo video Barbara Schröer
Produzione DEJA DONNE amministrazione Elisa Chianella
Con il sostegno MiBAC, Regione Umbria, Comune di Tuoro sul Trasimeno

Lo spettacolo nasce nel 2010 dal progetto di Simone Sandroni di creare una serie di “ritratti” e non assoli, dal titolo P.S. PORTRAIT SERIES, per diversi performers.
Non c’è un personaggio da interpretare, un ruolo, il performer è il personaggio stesso. Nel 2010 Simone Sandroni ha creato parallelamente tre diversi ritratti: per Isabelle Severs e Norbert Graf in Germania presso il Bayeschees Staatsballet e per Martina La Ragione in Italia.
P.S. Martina La Ragione è incentrato sulla vita e sulle grandi capacità interpretative e performative della danzatrice che lavora con la compagnia DEJA DONNE dal 2009. Attraverso una vera e propria intervista a Martina, Simone Sandroni è riuscito a creare una performance complessa e divertente con un linguaggio fatto di danza, testo e musiche.